Associazione Culturale Vegetariani e Vegani Siciliani

PIF racconta al Caro Marziano come vivono i terrestri Vegani

Massimo Brunaccioni, natural bodybuilder italiano, racconta la sua esperienza e cos'è che ha fatto scattare in lui la scintilla veg

257

PIF, al secolo Pierfrancesco Diliberto, mette in campo su RAI3 una serie di storie attuali che fotografano la realtà e che spesso hanno risalto nazionale. PIF immagina di raccontare queste storie al  ‘Caro Marziano’, probabile visitatore appartenente ad una civiltà aliena.

La storia andata in onda il 26 Maggio scorso è dedicata al veganismo.

pif”….devi sapere che noi per poter mangiare quindi vivere, spesso scegliamo di togliere la vita a qualche altra creatura forse a te questa cosa sembrerà un po’ strana. A dirla tutta sembra strana anche a molti umani.” – PIF

 

vegan athlete
foto fb

 

Tra gli intervistati, tutti vegani, il volto noto è sicuramente quello di Massimo Brunaccioni, atleta, natural bodybuilder, personal trainer e vegan coach. Vincitore di diversi premi nazionali ed internazionali, Massimo racconta di sè rispondendo alle domande di un PIF incuriosito ma non prevenuto. Alla fine della chiaccherata l’atleta vegano focalizza la vera questione. Il fatto non è dibattere sulla salubrità della dieta, ormai dichiarata ok dagli organismi mondiali preposti quali l’ American Dietetic Association e il World Health Organization: WHO (in italiano OMS).

 

Il vero punto è la parte etica

Come dice il bodybuilder se ami gli animali non li mangi. E’ quello che è accaduto a lui e alla sua compagna. Nel momento in cui, racconta, hanno preso un cucciolo di cane, Luce, si sono resi conto che aveva gli stessi occhi di quei maiali, vitellini e polli che mangiavano senza troppi problemi. Da qui la decisione di smettere di mangiare carne e pesce e poi pian piano eliminare tutti i derivati. Il contraddittorio deve essere su questo perchè altrimenti, come dice, non se ne viene mai a capo.

“…la scelta vegana etica rappresenta il più grande atto di rispetto che una persona possa compiere verso il mondo animale, verso tutte quelle creature senzienti, capaci di gioire e di soffrire, e proprio per queste ragioni meritevoli di vivere, come noi, una vita lunga e felice.” Massimo Brunaccioni, veganmuscle.it

Guardando la puntata si apprezza quell’aria rilassata e di non giudizio che molto spesso manca nelle trasmissioni tv. PIF che chiede ma non incalza. Che si meraviglia come un bambino quando gli si dice che usare la lana provoca sfruttamento. E che ammette con disarmante candore di aver scoperto che le mucche non fanno latte di continuo. Lo producono solo perchè vengono ingravidate artificialmente per soddisfare la richiesta umana.

 

Come afferma si è vegan perché:

 

✔ Con le attuali risorse destinate alla produzione di mangimi per animali potremmo produrre cibo per 15 miliardi di persone. Eppure la fame è ancora una delle prime cause di morte nel mondo.

✔ Per ogni kg di pesce pescato, 4 kg circa di specie marine non destinate al commercio vengono catturate e uccise nelle reti.

✔ 1/3 dell’acqua del pianeta viene utilizzata per la produzione di carne

✔ Il 51% delle emissioni mondiali di gas responsabili dell’effetto serra arrivano dall’allevamento del bestiame e dei loro sottoprodotti.

✔ Mangiare un solo hamburger equivale a usare l’acqua necessaria per due mesi di docce.

✔ occorrono 3.600 litri d’acqua per produrre 1 kg di uova

✔ occorrono 1.300 litri di acqua per produrre 1 litro di latte

✔ Per produrre 1 kg di carne occorrono più di 15 kg di cereali. Il che vuol dire che con le risorse usate per produrre 1 BISTECCA potremmo sfamare 1 BAMBINO PER UN MESE.

✔ Un’allevamento con 2.500 vacche da latte produce la stessa quantità di rifiuti di una città di 411.000 persone

✔ Il 50% degli antibiotici venduti in Italia è destinato agli animali degli allevamenti intensivi.

✔ Tutti i tipi di produzione di uova implicano la morte dei pulcini di sesso maschile. Le femmine diventeranno unità di produzione di uova mentre i maschi verranno immediatamente uccisi, gasati, soffocati o triturati vivi (il procedimento è il medesimo anche per le uova BIO)

✔ Per produrre latte la mucca viene ingravidata artificialmente ogni anno. Una volta separata dal piccolo (subito dopo la nascita) e privata della sua libertà viene munta contro la sua volontà più volte al giorno. Per massimizzare la produzione verrà fecondata nuovamente entro 3 mesi dal parto pur stando ancora nella fase di allattamento. Dopo circa 5 anni non potendo più produrre latte a sufficienza verrà inviata al macello e sostituita da una mucca più giovane.

✔ In Italia ogni anno vengono macellati 4 milioni di bovini (11.000 al giorno) e 13 milioni di suini (36.000 al giorno)

✔ Più di 6.000.000 (6 milioni) di animali vengono uccisi per diventare cibo OGNI ORA. 100.000 (100 mila) ogni minuto. 1.660 ogni secondo.

 

caro marziano
          CLICCA PER VEDERE LA PUNTATA

 

Noi umani dovremmo prendere meno posizioni e discutere con calma. Più ascolto, più informazione, meno tifoserie e meno intransigenze sia dall’una che dall’altra parte. Serve questo per ‘venirne a capo’.

 

 

 

 

 

 

Commenti