Spreco alimentare: ogni anno 13.000 quintali di pane nella spazzatura

Il 5 Febbraio giornata nazionale contro lo sperpero di cibo. E' allarme.

I dati sono sconvolgenti: In Italia ogni anno 13 mila quintali di pane finiscono nella spazzatura. Ed è come se si buttassero 43 milioni di euro. Ogni famiglia getta 2,4 kg di cibo al mese per uno spreco di 28 euro.  Numeri che hanno fatto emergere la necessità di un cambiamento e da qui la giornata contro lo spreco alimentare che si celebra ogni 5 febbraio.

Ed è stato ricordato come nel Mondo il 66 per cento della popolazione stia male a causa di una cattiva nutrizione: denutrizione, sovrappeso, obesità. I rifiuti che derivano da sprechi alimentari di tutti, vanno a incidere non solo sul patrimonio delle famiglie, ma intaccano l’intera catena di approvvigionamento.

Ancora più duro l’intervento della Fao, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura: “Un terzo dei prodotti alimentari a livello mondiale viene sprecato o perduto. La spesa interessata ammonta a 750 miliardi di dollari”. Una perdita che a pensarci bene ha un preciso compito: quello di innalzare la crescita della produzione.

Nel corso degli anni l’istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale ha condotto studi approfonditi per individuare tutti gli aspetti che portano allo spreco. Nella lista del quotidiano sconfinamento ci sono tanti gesti che quotidianamente sembrano peccati veniali. Ma non lo sono.
Spreco è il pane che il fornaio non vende. Le uova scadute che restano in frigo. Il minestrone che a pranzo viene consumato per metà. La catena della sovrapproduzione è una macchina infernale. Basti pensare alle enormi quantità di mangimi utilizzati per incentivare i grandi allevamenti industriali, destinati a produrre cibo sulla cui genuinità i dubbi sono più che legittimi.

A ricordare la giornata contro lo spreco alimentare anche la nostra associazione. Riportiamo il pensiero di due nostri amici: i ragazzi di “In un angolo di mondo”, che ha sede ad Acireale e la chef Alessandra Dal Zotto.

Se ci fermassimo a riflettere, ogni tanto – scrive sul proprio profilo social “In un angolo di Mondo – capiremo che sono davvero troppi gli sprechi di cibo (soprattutto di cibo spazzatura) quotidiani… Eppure ci lamentiamo di malattie, sovrappeso, spazzatura ed inquinamento… Crediamo, forse, che dopo le piaghe d’Egitto anche a noi debba toccare in sorte la sciagura del castigo divino, anziché vedere che gli autori dei nostri mali siamo noi stessi?!”

La chef Alessandra Dal Zotto ha postato una delle sue creazioni scrivendo a corredo: “Oggi in Sicilia è arrivato l’inverno ed è anche la giornata nazionale contro lo spreco alimentare. Meglio consolarci con un comfort food dove del broccolo si utilizza tutto: fiori, gambo e foglie. Crema di broccolo con salsa tahina e pinoli”  (presto la ricetta, ndr)

Giovanni Finocchiaro

Commenti