I Meatless lovers: al bando la carne, viva il cibo vegeteriano e vegano

Sempre più onnivori verso la riduzione della carne per stare bene e scoprire nuovi gusti.

Chi sono i «Meatless lovers»? Al di là del termine modaiolo, si tratta di un argomento molto serio e attuale. Ci sono sempre più persone che riducono il consumo di carne per mantenersi in buona salute con una corretta e completa alimentazione.

Garden Gourmet ha realizzato in Italia una ricerca su basi professionali ascoltando un campione di 1.800 italiani (uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni) con l’ausilio di un monitoraggio su oltre 100 fonti tra i principali social network, blog, forum e community.

Cosa fanno i Meatless lovers

Questa sorta di piccola grande comunità, i «Meatless lovers» riducono – è stato rilevato dallo studio – sostanzialmente l’uso della carne aumentando il consumo di prodotti vegetariani per stare meglio (75%) senza disdegnare di sperimentare con gusto (52%).

meatless loversEmerge anche che sono le donne, in una percentuale che si aggira sul 72 per cento a seguire questo percorso alimentare.
C’è anche una buona percentuale di uomini (28%) che preferiscono passare – spiegano i ricercatori – più tempo a tavola a socializzare (64%) invece che cucinare (36%).

Dai dati compositi e molto ampi della ricerca si nota anche che i «Meatless lovers» una volta su tre usano anche cibi già pronti, soprattutto se in precedenza si sono informati sul pasto da consumare (71%). Questo è un dato che fa riflettere. C’è sempre poco tempo per preparare come si deve certe pietanze o si comincia agevolati da un pasto confezionato da altri.

Piatti più gettonati

Infine tra i piatti preferiti il primato spetta ai legumi come fagioli, piselli e lenticchie con il 43%, seguito da cibi Meatless già pronti al consumo come burger di soia, falafel e polpette di melanzane (36%). Ultime le verdure come l’insalata, pomodori e carciofi, gradite dal 20% del campione. Le verdure e i legumi sono più consumate durante il pranzo (56%), mentre i prodotti pronti all’uso sono più gettonati la sera (64%), per la stanchezza accumulata (57%) e la veloce preparazione (43%).

Giovanni Finocchiaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.