Associazione Culturale Vegetariani e Vegani Siciliani

108
latte di soia

Latte di soia biologica: come prepararlo in casa in poche e facili mosse

  

gennaio 30, 2017

Chef Enza Arena

Con questa ricetta otterrete più di due litri di latte di soia dal sapore ricco e consistente, e anche un prodotto molto più economico. Potrà essere utilizzata anche come  base per la preparazione di svariati formaggi e yogurt, del tofu, della margarina vegetale, della besciamella e della maionese vegana, e tantissimo altro ancora!

La soia gialla* che andremo ad utilizzare dovrà essere assolutamente di origine biologica.

 

  • Porzioni: 2 lt
latte di soia

Ingredienti

250 gr di soia gialla biologica

2 l di acqua

40 gr di zucchero di canna circa (facoltativo)

Un pezzetto di alga kombu (facoltativo)

Preparazione

1Versate, in un recipiente la soia, ricopritela d'acqua e lasciatela riposare tutta la notte (non meno di 8 ore). Superati i tempi di ammollo il vostro legume risulterà raddoppiato del suo volume.

2Sciacquate bene la soia sotto l'acqua corrente e riponetela in un contenitore dai bordi alti. Frullatela con un mixer ad immersione aggiungendo parte dei due litri d'acqua che avete a disposizione. Appena sarà pronta versatela in una pentolone capiente, aggiungete un pezzetto di alga Kombu* (circa una striscetta di 5 centimetri) la rimanente acqua e cuocete a fiamma bassissima per circa 20 minuti mescolando con una spatola lunga in silicone (vi permetterà di recuperare meglio i residui dal bordo della pentola) oppure un mestolo di legno. Calcolate i tempi di cottura dal momento dell'ebollizione, facendo molta attenzione che non fuoriesca il liquido.

3Preparate nel frattempo una ciotola grande (va bene anche una'altra pentola) sulla quale avrete posizionato una scolapasta con sopra un canovaccio da cucina (vanno bene le classiche tovagliette per asciugare le stoviglie).

4Appena la soia sarà pronta, toglietela dal fuoco, eliminate l'alga e fatela intiepidire. Versate il contenuto nella ciotola rivestita dallo scolapasta e il canovaccio, avvolgete il panno e strizzate per far fuoriuscire tutto il liquido. Ripetete l'operazione poco per volta.

5Il residuo solido che vi troverete si chiama Okara* ed è lo "scarto" prodotto dalla realizzazione del latte vegetale.

6Il vostro latte di soia è pronto per essere conservato in frigo per circa 6 giorni. Potete dolcificarlo con lo zucchero di canna o altro, oppure lasciarlo al naturale per la preparazione di svariate ricette salate.

1. Alga Kombu: serve a velocizzare la cottura dei legumi ed ad aumentarne la digeribilità.

2.Okara: con l'okara, una volta essiccato in forno su una leccarda rivestita da carta da forno, si posso realizzare polpette vegetali, biscotti, torte oppure aggiunto a svariati impasti. Se ridotto in polvere con l'aiuto di un frullatore, può essere miscelato alle altre farine.

3. Soia gialla: questa leguminosa ha un elevato apporto proteico (in 100 grammi circa 36/40 grammi di proteine), contiene vitamina A e del gruppo B, fosforo, potassio, magnesio e ferro. Abbassa il colesterolo, ed infine, grazie ai suoi isoflavoni, riduce i sintomi della menopausa.


Ricetta di Chef Enza Arena
Sito Web: Natural Vegando

00:00

0 Commenti

All fields and a star-rating are required to submit a review.