285
PESTO DI PORTULACA

Pesto di portulaca, per chi non si accontenta…

  

ottobre 4, 2017

Alessandra Dal Zotto

Un super pesto di portulaca (o porcellana o erba grassa) ! L' avete in giardino? Mangiatela!!!! 😀 Potete usare la portulaca in mille modi: nel sugo della pasta, nelle frittate, sott’olio o sott’aceto, cruda nelle insalate, aggiunta nelle minestre o nelle zuppe, frittelle e crocchette, come base per le bruschette. Non ci sono più scuse per non raccoglierla e utilizzarla. E poi è ricchissima di omega3 , un modo per assumerli senza mangiare pesce 😉 

 

PESTO DI PORTULACA

Ingredienti

Una tazza di foglie di portulaca

Mezza tazza di anacardi

Un cucchiaino di lievito alimentare

Succo di limone

Sale q.b.

Olio evo

Preparazione

1Utilizzare solo le foglie verdi (ma i rametti sono altrettanti commestibili però essendo di colore marrone altererebbero il risultato finale), lavarle e farle asciugare bene. Io le ho messe in essiccatore per mezz’ora circa.

2Frullate tutti gli ingredienti e aggiungete poco olio fino a raggiungere una consistenza cremosa.

3Per chi lo gradisse, può aggiungere una punta di aglio.

4Avete visto che colore verde brillante? Una miniera di salute.

5Condite la pasta o un bel piatto di ravioli o gnocchi.


Ricetta di Alessandra Dal Zotto
Profilo facebook

 

 

 

 

La  portulaca è ritornata sulle nostre tavole grazie alla ricchezza di acidi grassi polinsaturi di tipo omega 3, di cui è considerata un'importante fonte vegetale, anzi la più ricca, che già gli antichi egizi conoscevano. In particolare, 100 g di foglie di portulaca contengono all'incirca 350 mg di acido α-linoleico (acidi grassi facenti parte del gruppo di omega-3). Gli omega 3 aiutano a ridurre il colesterolo cattivo e i trigliceridi, a favore di una migliore circolazione del sangue e prevenzione delle malattie cardiovascolari. Anche i contenuti di  potassio (494 mg su 100 g) e di magnesio ( 68 mg per 100g)  e vitamina C sono ottimi.

00:00

0 Commenti

All fields and a star-rating are required to submit a review.