1.170
samosa vegan

Samosa vegan con batata, ceci, pistacchi e curry

  , , ,

giugno 28, 2018

Ricetta VegSicilia Blogger
di CenceCicin

Ecco un popolarissimo piatto orientale preparato in versione cruelty free. Si può scegliere la farcitura che più piace. Io  ho scelto mille verdurine, con un trito di porro, carote arancioni e carote viola, quindi ceci e patate dolci (batate) bianche e arancio. Tutto tempestato di profumi e spezie e neanche un pizzico di sale extra! Leggete quello che vi serve, per preparare samosa vegan per 4 persone, considerando di mangiarne un paio a testa, come antipasto o secondo. E stampatela così la conservate 😉

  • Porzioni: 8 porzioni
samosa vegan

Ingredienti

1 confezione di pasta phyllo rettangolare (ne userete due fogli sovrapposti per ogni 3 triangolini di samosa, quindi con una confezione da 8 fogli fate 12 samosa)

2 batate grandine (io ne ho usata una a pasta arancione grande e una più piccola e affusolata a pasta bianca)

2 carote (io ne ho scelte una arancio e una viola)

svariate rotelle di porro

250 g di ceci lessati (vanno benissimo quelli precotti bio)

3-4 cucchiai di salsa di soia

pepe, timo, rosmarino sminuzzato, curcuma, curry, paprika

una bella manciata di pistacchi triturati

una manciata di sesamo (io nero e bianco)

Preparazione

1Se usate i ceci secchi, preparate quelli per primi, perché hanno lunghi tempi di ammollo e lessatura: normalmente 12 ore di ammollo e un paio di bollitura, ma leggete le istruzioni sulla confezione. In ogni caso, ammollateli, lessateli e teneteli pronti, scolati, in una ciotolina. Se volete, potete anche schiacciarli un po’ con una forchetta, ma come preferite.

2Quindi pelate le batate, tagliatele a pezzettoni grossolanamente e mettetele in una pentolina coperte interamente d’acqua. Mettetele a bollire per circa 20-25 minuti dal bollore, finché risultano belle tenere quando le punzecchiate con i rebbi di una forchetta. Scolatele e versatele in un piatto, quindi schiacciatele con la forchetta stessa.

3È ora di preparare il ripieno, che in questo caso vi apparirà come un corposo e simpatico mappazzone, bello denso e compatto!

4Preparate un trito di porro e tagliate a cubettini piccoli piccoli le carote (cioè circa così). In una padella tipo wok o simile scaldate dell’olio e quando è caldo tuffateci il trito di porro e le carotine a quadrettini.

5Fatele dorare per qualche istante, magari aggiungendo mezzo bicchiere d’acqua affinché non brucino e si ammorbidiscano presto, e quindi aggiungete le batate schiacciate e i ceci. Mescolate tutto e quindi abbondate con profumi e spezie: io ho scelto timo, rosmarino sminuzzato, pepe, curcuma, curry, paprika dolce.

6Infine sfumate con salsa di soia a piacere, sempre mescolando con un cucchiaio di legno, per amalgamare bene tutto: il mappazzone è pronto.

7Assaggiatelo per capire se è salato e saporito a sufficienza, altrimenti regolatelo. Lasciatelo in padella e intanto cominciate a prepararvi per formare i triangolini.

8Estraete la pasta phyllo dal frigo e prendete i primi due fogli, lasciandoli uno sopra l’altro. Appoggiateli sul piano di lavoro con sotto una carta forno e preparate la teglia del forno con altra carta forno. Accendete il forno (quante volte ho detto forno in queste 3 righe?!?) a 200°.

9Per la procedura, qui sotto potete guardare le foto della sequenza, che spero vi aiutino: tagliate in tre lunghe strisce i fogli di pasta phyllo e posizionate una cucchiaiata abbondante su ciascuna striscia, sull’angolo a sinistra verso il basso. Inumidite lungo tutti i bordi con il dito bagnato. Piegate la pasta dall’angolo basso a sinistra verso l’interno, formando un triangolo di pasta per coprire il ripieno. Quindi ripiegate tutto verso il basso, richiudendolo ulteriormente, procedendo così finché finite la striscia di pasta. Per “sigillare” l’ultima chiusura è sufficiente passare il bordo interno con un dito bagnato e il vostro triangolino sarà subito chiuso.

samosa vegan

samosa vegan

samosa vegan

samosa vegan

13Procedete così formando tutti i vostri samosa, disponendoli via via sulla placca del forno. Spennellateli bene d’olio evo su entrambi i lati e quindi infornate per 12-15 minuti, finché saranno belli dorati (si scuriscono più sugli angoli): controllateli di tanto in tanto per evitare che si cuociano troppo.

 

Ricetta VegSicilia Blogger di Cence Cicin
Sito Web: Cence Cicin

00:00

0 Commenti

All fields are required to submit a review.